È vero, come ha detto qualcuno… – Mark Strand

XVIÈ vero, come ha detto qualcuno, chein un mondo senza paradiso tutto è addio.Sia che tu saluti con la mano o no,è addio, e se non ti salgono le lacrime agli occhiè addio lo stesso, e se fingi di non accorgerti,odiando ciò che passa, è addio lo stesso.Addio e basta. E le palme nel piegarsisulla laguna verde e splendente, e i pellicaniin picchiata, e i corpi lustri dei bagnanti che riposano,sono stadi di un’immobilità estrema, e il movimentodella sabbia, e del vento, e le movenze segrete del corposono parte dello stesso insieme, una semplicità che trasforma l’esserein occasione di lutto, o in un’occasioneper cui valga far festa, perché che altro si fa,nel sentire il peso delle ali dei pellicani,la densità delle ombre delle palme, le cellule che scurisconole schiene dei bagnanti? Sono al di là delle distorsionidel caso, oltre le evasioni della musica. La fineè messa in atto senza tregua. E la sentiamonelle lusinghe del sonno, nella luna che matura,nel vino mentre attende nel bicchiere.Mark StrandÈ per Brooke Hopkins. Il qualcuno cui si allude è Wallace Stevens.(Traduzione di Damiano Abeni)

Source: È vero, come ha detto qualcuno… – Mark Strand

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s