Il tempo

In the wake of sapphire

_imgp2347-bn

“Ho le mani legate”, disse a bassa voce, quasi sussurrando, guardandolo negli occhi
“Davvero, non posso fare nulla per ciò che è passato. Io stesso mi trovo a seguire questa linea retta, mio malgrado. Nonostante in molti, più volte, abbiano trovato delle alterazioni
nei percorsi. Alterazioni che potrebbero chiudere l’oggi sullo ieri e promettere un futuro posizionato in questo attuale presente, semplicemente ripercorrendo spazi di tempo che ora definiamo chiusi e, quindi, perduti.
Ma davvero: ho le mani legate”.
Si guardarono ancora un attimo, in silenzio.
Il treno correva veloce su quei binari infiniti.
Gli occhi dell’uno cercavano risposte in quelli dell’altro.
Ma non c’erano risposte o, meglio, la sola risposta era nelle poche parole appena dette.
L’atmosfera era controllata, ma certamente tesa.
“Io sono il tempo”, disse lui voltandosi a guardare fuori del finestrino.
“Io sono il tempo, ed ho le mani legate”.
Amabile giornata d’estate, portava con se i colori…

View original post 38 more words

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s