Ombra

OmbraCi sono sguardi che provengono da territori lontani, dal regno delle ombre e da quello della luce.
Foto di P.P.

Le ombre hanno sempre colpito l’immaginario collettivo. Miti e racconti di ogni tipo hanno sondato le viscere delle nostre inquietudini, hanno viaggiato nei meandri più o meno nascosti delle nostre paure, le ombre ne hanno fatto parte come i protagonisti e gli eroi di un tempo. L’ombra di Peter Pan, quella che inghiotte ogni vita od oggetto sul suo cammino, la morte e la vita, il sole ed il buio assoluto, tutti hanno cercato di abitare le ombre, di vestirsi della loro magia, di mummificarle od imprigionarle, di renderle altro da sé o di snaturarle vivisezionandole. Sono affezionata a questa immagine, non perchè sia la mia ombra, per quello che evoca. Semplicemente per aver visto in essa quello che non ero alla luce del sole, era più sincera l’ombra del corpo che la imprigionava e tentava così di custodirne l’essenza. Ero stata avvisata da quell’ombra di futuri sommovimenti dell’anima e del cuore, non l’ho ascoltata. Tredici anni dopo soffermandomi sulla sua forza simbolica mi ha fatto sorridere, mi ha intenerita, ha schiaffeggiato l’indulgenza che veste le emozioni quando invece bisogna scarnificarle, trasformarle in carne salata che si conserva a lungo e può essere digerita in inverno quando si gela, quando si ha fame. Perchè le ombre nutrono, urlano, risvegliano, cantano, camminano in punta di piedi, si divincolano dalla realtà ma non la tradiscono mai. Questo bisogna imparare dalle proprie ombre e da quelle altrui. Mai sottovalutarle, mai deluderle, sono capaci più di noi di ridere e di guardare verso quel buio che illumina, che comprime la luce e la esalta, che inghiotte la vita e la digerisce senza aver bisogno di bicarbonato di sodio!

Advertisements

One comment on “Ombra

  1. Ho scattato questa immagine anni fa, eppure ogni volta che la incontro ricordo ogni istante di quell’attimo, di quell’ombra, la mia! L’ombra racchiude in se un mondo sospeso che segue quello luminoso del corpo. L’ombra è vitale come il corpo umano: è un insieme paradossale di terra e di luce, un controluce che si concentra accanto a noi e non ci abbandona mai. Spirito vitale e corpo sono collegati dalle nostre ombre, ecco dove mutuano il loro fascino. La luce ed il buio danno vita ad un matrimonio in cui entrambi firmano una tregua ed inizia così una lunga amicizia cui dovremmo far riferimento ogniqualvolta perdiamo l’orientamento delle nostre vite!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s